Come pagare la Tari: ecco PagaComodo

Ci sono più modi per pagare la Tari. La Tassa sui Rifiuti si paga in genere in banca tramite il modello F24 oppure dal proprio internet banking, ma esiste anche un servizio tutto online chiamato PagaComodo.

Come pagare la Tari con PagaComodo

Possono pagare la tassa su PagaComodo tutti i residenti nei comuni convenzionati, tra cui il Comune di Milano. Gli utenti ricevono un bollettino PagoPA, il servizio per i pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione di PayTipper, ed entrano sul portale PagaComodo. Non è obbligatorio registrarsi. Si inseriscono il proprio indirizzo e-mail, nome, cognome, numero telefonico e i dati riportati sull'avviso di pagamento (il numero di avviso e il codice dell'ente creditore). A quel punto si confermano i dettagli e si procede al pagamento con carta di credito o debito. Il servizio costa 1,50 euro.

Come si paga la Tari con l’F24

Chi invece non riceve un avviso PagoPA, riceve a casa da parte del comune il modello F24 per il pagamento della Tassa sui Rifiuti. Si può poi pagare quindi l’importo con altre modalità, anche in due rate:
- Presso gli sportelli bancari o postali
- Ai bancomat (ATM) abilitati
- Online tramite il proprio internet banking, se la banca aderisce al circuito CBILL
- Presso i tabaccai convenzionati
- In alcuni supermercati abilitatati

Tags: Pagamenti digitali, PagaComodo, TARI

Todo è un supplemento online della testata giornalistica AziendaBanca

Blast21 Srl P.IVA 08085190968
Copyright © 2013 - 2016

Designed by f14web.net & carchidio.com

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.