Galaxy S9. Così Samsung “reimmagina” l’S8

Questa volta niente effetto wow. Non è tanto diverso dal suo predecessore il nuovo Samsung Galaxy S9: l’ultimo top di gamma resta lontano dalla rivoluzione tanto attesa e si distingue solo per la cosiddetta “camera reimagined”, come recita lo slogan promozionale.

La fotocamera del Samsung Galaxy S9

Le novità svelate al Mobile World Congress di Barcellona confermano quindi le aspettative. È uno smartphone che punta tutto su foto e video il nuovo Galaxy ma con cui il brand coreano preferisce rimandare le grandi novità al prossimo top di gamma, quando la serie S festeggerà il suo decimo compleanno. Con un sensore Super Speed Dual Pixel da 12 fotogrammi per ogni scatto, la fotocamera del Samsung Galaxy S9 e del suo fratello maggiore, l’S9+, è progettata per adattarsi a ogni condizione di luce. Con l’obiettivo a doppia apertura focale, è assicurata inoltre la massima nitidezza in ogni situazione, per foto fino a 12 MP.

Samsung Galaxy S9: super Slowmo e My Emoji

Ma parliamo di una fotocamera che va oltre i semplici scatti. Lato video, compare la funzione super slow-motion, pensata per i cosiddetti movioloni a rallentatore e in grado di fare riprese a 960 fps. Una volta completata la registrazione, si possono poi aggiungere fino a 35 brani musicali diversi e si può anche condividere il video con un tap. Altra novità sono le My Emoji, evoluzione delle ormai superate emoticon: sempre con la fotocamera, in questo caso quella frontale da 8 MP, possiamo creare degli avatar su misura del nostro volto, capaci di imitare le nostre espressioni e comunicare così via chat in modo più immediato. Un esperimento già tentato dall’ultimo melafonino in realtà, che chissà se potrà conquistare anche gli utenti del robottino verde.

Bixby si aggiorna sul Samsung Galaxy S9

Con Bixby passiamo invece all’intelligenza artificiale, anche se la fotocamera rimane centrale. L’assistente personale del Samsung Galaxy S9, che ancora non parla italiano, si aggiorna alla versione 2.0 ma le funzioni rimangono più o meno le stesse già viste sul Samsung Galaxy S8: il riconoscimento degli oggetti e degli ambienti inquadrati con la fotocamera, la traduzione in tempo reale di quello che vediamo, la conversione delle valute e le informazioni nutrizionali sui cibi. Anche se solo per quelli dei marchi partner.

Display, O.S. e audio: le differenze tra S9 e S8

Resta simile all’S8 anche il nuovo display, sempre Infinity, quindi curvo e senza bordi, Super AMOLED, con risoluzione Quad HD+ e aspetto da 18:5:9. Il risultato è uno schermo da 5,8 pollici per quanto riguarda il Samsung Galaxy S9 e da 6,2 pollici per il Samsung Galaxy S9+. Il sistema operativo si aggiorna, invece, finalmente al tanto atteso Android Oreo 8.0.0, mentre compare un secondo speaker anche sul lato anteriore dello smartphone per un audio stereo targato Dolby Atmos: si potranno così vedere i film con un effetto surround da cinema.

La smart home con Samsung Galaxy S9

Sul Samsung Galaxy S9 trova spazio anche la nuova app SmartThings, per tenere sotto controllo tutti gli oggetti connessi a marchio Samsung della casa intelligente. Passa alla versione successiva poi Samsung DeX, anche in questo caso un prodotto già parte dell’ecosistema S8, che permette di collegare lo smartphone a uno schermo più grande per trasformarlo in un computer. Novità del 2018 è che ora il telefono è in grado di diventare una sorta di mouse, un touchpad e una tastiera con cui svolgere le operazioni sul DeX con più semplicità.

Samsung Galaxy S9 e S9+: memoria, batteria e sicurezza

Niente di nuovo invece per quanto riguarda la memoria: 4 GB di RAM sul Samsung Galaxy S9 e 6 GB di RAM su Samsung Galaxy S9+. Così come lo storage, fermo sui 64 GB per entrambi i dispostivi, anche se si aggiunge la possibilità di espanderlo fino a 400 GB con scheda SD. La batteria (da 3mila mAh su S9 e 3.500 mAh su S9+) si ricarica però più velocemente, anche in modalità wireless, mentre migliorano le misure di sicurezza e di protezione dei dati. Lo sblocco dello smartphone avviene, come su S8, ancora con impronta digitale, riconoscimento del volto o scansione dell’iride. I pagamenti mobile con Samsung Pay passano sempre dalla tecnologia NFC.

Quanto costano Samsung Galaxy S9 e S9+?

Ma veniamo al prezzo. Galaxy S9 e S9+ sono disponibili a partire dal 16 marzo 2018 nei colori Midnight Black, Coral Blue e nella nuova tonalità Lilac Purple al prezzo di 899 e 999 euro. I preordini sono già aperti anche in Italia e dal 25 febbraio fino al 15 marzo parte anche il programma di supervalutazione dell’usato.

Tags: mobile, Smartphone, Samsung

Todo è un supplemento online della testata giornalistica AziendaBanca

Blast21 Srl P.IVA 08085190968
Copyright © 2013 - 2016

Designed by f14web.net & carchidio.com

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.