Chi è rimasto sulla lista di Arya Stark?

 

La vendetta di Arya Stark non si è ancora conclusa. La giovane spadaccina di Grande Inverno, interpretata da Maisie Willimas in Game of Thrones (Il Trono di Spade), aveva stilato una lista di 11 nomi, in cui sono presenti i personaggi che meritano di morire per aver fatto del male a lei e ai suoi cari. Ma al termine della Stagione 7 del Trono di Spade, quanti nomi la giovane Stark ha già depennato da quella lista che ogni notte, come una ninna nanna, ripeteva prima di addormentarsi?

La vendetta di Arya

Finita la stagione 7 di Game of Thrones possiamo fare il punto della situazione per quanto riguarda la lista di Arya Stark. Per prima cosa vediamo chi è stato depennato dalla lista, naturalmente perché morto durante queste prime sette stagioni del Trono di Spade.

 (Attenzione quindi agli spoiler per chi non avesse ancora visto la Stagione 7)

 

Ecco i nomi dei personaggi uccisi da Arya fino alla stagione 7 del Trono:

Polliver, che aveva catturato Arya, ucciso Lommy e anche rubato Needle, ovvero Ago, la spada della giovane Stark. Polliver muore nella Locanda dell’Incrocio, dove erano presenti Clegane (il Mastino) e Arya, proprio per mano della giovane Stark.
Walder Frey, che aveva ucciso la madre di Arya, Catelyn “Cat”, e il fratello Robb durante le sanguinarie Nozze Rosse. Walder Frey è stato ucciso da Arya, proprio nella season finale.
Tywin Lannister, il padre di Cersei, Jaime e Tyrion Lannister, che aveva orchestrato il massacro delle nozze rosse in cui sono morti la madre e il fratello di Arya. Questa volta a depennare il suo nome dalla lista è l’azione di Tyrion, che ha ucciso il proprio padre.
Joffrey Baratheon, spesso paragonato a Caligola per la sua pazzia e atrocità, aveva fatto decapitare il padre di Arya Stark, Ned. Ma la giovane non ha consumato la sua vendetta, in quanto Joffrey è stato avvelenato da Littlefinger e Lady Olenna, madre di Margaery e Loras.
Ser Meryn Trant invece è finito sulla lista di Arya per aver ucciso il suo maestro spadaccino, Syrio Forel. Questa volta la vendetta di Arya è stata compiuta: grazie all’arte del travestimento imparata presso gli “Uomini senza volto”, Trant è stato ucciso da Arya in un bordello.

 Thoros di Myr, colpevole di avere mandato Gendry da Melisandre (Gendry poi si salverà, ma Arya ancora non ne sa nulla). Thoros muore durante l'accerchiamento dei non-morti oltre la barriera.

Nella lista sono quindi ancora presenti:

Cersei Lannister, colpevole di aver arrestato il padre Ned Stark, e ancora in vita, anzi ben comoda sul Trono di Spade.
The Hound, ovvero il Mastino, che ha ucciso l’amico di Arya, Mycah, e ancora in vita.
The Mountain, la Montagna, fratello del Mastino, che ha torturato le persone ad Harrenahal. La Montagna in realtà è stata riportata in vita.
Melisandre, ancora in vita anche se cacciata da Jon Snow, è invece colpevole per varie morti.
Ser Ilyn Payne ha decapitato Ned Stark, il padre di Arya, ma è ancora vivo.
Beric Dondarrion: la sua colpa è aver mandato Gendry da Melisandre, esattamente come Thoros che però non è uscito indenne dalla settima stagione del Trono di Spade. 

Tags: Trono di Spade

Todo è un supplemento online della testata giornalistica AziendaBanca

Blast21 Srl P.IVA 08085190968
Copyright © 2013 - 2016

Designed by f14web.net & carchidio.com

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.