Carta prepagata PayPal: i costi aumentano ancora

I costi delle prepagate PayPal aumentano dal 9 giugno 2015: ricaricare la carta PayPal e prelevare contanti al bancomat o ai punti Lottomatica costerà quasi sempre di più. In compenso potremo avere fino a 3 carte a testa e caricare sulla carta PayPal un massimo di 50mila euro in un anno. Vediamo tutti i costi che aumentano e i pochi che diminuiscono.

Aumentano i costi per le ricariche della carta PayPal

La nota dolente sono i costi: per chi vuole ricaricare la carta PayPal in contanti presso un punto Lottomatica (tabacchi, bar, edicole etc.) il costo è di 1,10 euro per le ricariche sotto i 150 euro (prima erano 90 centesimi) mentre chi ricarica più di 150 euro dovrà pagare 1,50 euro di commissione. Si pagherà di più anche per ricaricare la prepagata PayPal con un bonifico: ben 1,10 euro indipendentemente dalla somma ricaricata, contro gli 0,90 euro previsti fino all’8 giugno 2015. Il costo si somma ovviamente all’eventuale costo del bonifico applicato dalla vostra banca: in pratica per versare 100 euro sulla carta PayPal via bonifico si dovranno pagare 1,10 euro a CartaLIS e eventualmente altri soldi alla propria banca. I bonifici sono quasi sempre gratuiti se fatti nell’internet banking ma costano, e a volte anche tanto, in filiale!

Prelevare con carta PayPal costa di più

Altri costi che aumentano: per prelevare contanti a un bancomat con la carta PayPal si pagherà di più. 1,90 euro presso tutti gli sportelli bancomat dell’Unione Europea, Italia o estero che sia (contro gli 1,50 euro previsti prima). E nei Paesi non-euro il costo per prelevare denaro è ancora più alto: 3,90 euro. Si potrà ancora prelevare denaro con carta PayPal nei tabacchi o nei bar che sono punti Lottomatica, ma anziché 1,50 euro dal 9 giugno 2015 se ne pagano 1,90. L’unico modo di prelevare denaro gratuitamente è andare in un bancomat di Banca Sella.

Bloccare la PayPal: gratis  dal 9 giugno 2015

Raddoppia, infine, il costo per trasferire denaro da una carta all’altra: 2 euro anziché 1. In compenso, sarà gratuito ricevere l’estratto conto cartaceo o le comunicazioni (ma da anni PayPal ha spostato tutte questi invii sulla posta elettronica, che come sappiamo è gratis) e non si dovrà più pagare nulla per bloccare la carta PayPal.

Fino a tre carte CartaLIS a testa. Max 50mila euro all’anno di ricariche

Infine, come compare sulla Proposta di modifica del Contratto che i clienti hanno ricevuto via email, adesso per ogni codice fiscale si potranno attivare fino a 3 carte prepagate CartaLis a testa (ma con un massimo di una per tipo: e quindi una sola carta prepagata PayPal a cui potremo aggiungere una carta WU, una Italo più o un’altra carta di Lottomatica). Ogni anno, poi, si potranno caricare sulla carta fino a 50mila euro, anziché i 20mila del precedente limite.

 

Todo è un supplemento online della testata giornalistica AziendaBanca

Blast21 Srl P.IVA 08085190968
Copyright © 2013 - 2016

Designed by f14web.net & carchidio.com

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.